5 consigli per fare la lista dei regali con Evernote

Dopo una lunga assenza dal blog, riesco finalmente a pubblicare questo articolo/tutorial che avevo in cantiere da un mese. L’articolo risale quindi al periodo pre-natalizio ma il metodo che ho utilizzato, e che utilizzo, può funzionare per qualsiasi altra occasione/evento/necessità.
E’ con grande piacere che a questo punto condivido i miei 5 consigli per fare la lista dei regali con Evernote.
Per un’occasione come il Natale il fatto di organizzarsi molto prima ha i suoi vantaggi, perché c’è più tempo per farsi prima un’idea di quanti regali fare, anche approssimativamente abbozzando una lista di destinatari.
Allo stesso modo si può preparare una lista di possibili regali cominciando a raccogliere informazioni sui gusti, scattare foto per confrontare prezzi, selezionare i negozi dove acquistare, prendere spunti o idee.

 

5 consigli per fare la lista dei regali con Evernote

created by https://www.canva.com/

 

5 consigli per fare la lista dei regali con Evernote

 

1. Aprite un account Evernote

Se già non lo avete, aprite un account Evernote, la versione FREE offre molte funzionalità ed una discreta quantità di spazio di archiviazione.
Andate sul sito ufficiale (www.evernote.com), inserite il vostro indirizzo email ed una password, vi sarà inviata una email per l’attivazione e potrete subito entrare nel vostro spazio di lavoro.

 

Evernote

www.evernote.com

Scaricate Evernote su pc/mac, smartphone ed eventualmente tablet.
Il programma gira su piattaforme Windows, MacOS/iOS e Android.
Dopo i primi momenti di panico e sgomento (non preoccupatevi perché ci siamo passati un po’ tutti ma è normale) fatevi un bel giro all’interno del programma così da avere un quadro generale degli elementi che lo costituiscono.
Vedrete che poi sarà tutto più semplice e non potrete più fare a meno di Evernote.

 

 2. Creazione nota e taccuino: cominciamo!

Io consiglio di creare un taccuino che fungerà da raccoglitore per tutte le note che scriveremo. Nelle note è possibile inserire testo, trascinare o inserire foto nuove, immagini già esistenti e in vari formati, inserire documenti in pdf che potrete sfogliare, registrare appunti vocali, importare documenti da scanner e così via. Potete inserire nelle note di Evernote anche documenti di Office ovviamente.
Non è obbligatorio creare un Taccuino certo, ma questo è il mio metodo, poi ognuno può decidere il suo in corso d’opera…la vita è fatta di cambiamenti!

Nel video che segue faccio un esempio molto semplice e chiarificatore del procedimento che ho utilizzato.

 

 

3. Cominciate a prendere appunti

A questo punto potete abbozzare per iscritto le prime idee che vi vengono in mente usando le caratteristiche di formattazione offerte da Evernote come nell’esempio del video.
Liste puntate, numerate, to do list, oppure a evidenziare, usare differenti caratteri e colori per il testo, inserire tabelle (anche se non sono comodissime) e così via per la formattazione.
Ma soprattutto potrete scattare foto con la fotocamera di Evernote.
Usando infatti la fotocamera integrata nel programma, e non la fotocamera dello smartphone, le vostre foto verranno salvate sotto forma di nota e potrete attribuirgli nome, tag, e taccuino in cui le avrete archiviate.
In tal modo potete sfruttare la “ricerca” di Evernote e rintracciare una foto in base a come l’avete categorizzata.
Nello smartphone al contrario le foto si mischiano tutte e non esiste ancora un metodo di ricerca (magari lo inventeranno???) perciò bisogna guardarle una per una.
Su questo punto mi soffermo ulteriormente perché Evernote nella sua evoluzione è diventato potentissimo perciò quando vi installate l’App su smartphone, noterete che ha una serie di pulsanti tondi che vi permettono di creare Note in formato testo, accedere alla sua Camera integrata e scattare foto in 3 differenti formati (Post-it, Foto, Ducumenti) quindi una volta salvato lo scatto potete subito archiviare la foto in un apposito Taccuino (leggi sopra) e volendo senza nemmeno preoccuparvi di dare un nome alla foto perché l’avete già archiviata in un “contenitore” specifico, il vostro Taccuino appunto.
 

Evernote iPhone

Evernote: menù per versione iPhone

Ovviamente in Evernote sempre attraverso il pulsante Foto (vedi sopra) potete anche selezionare una foto dal rullino di smartphone e tablet o da un qualsiasi Album (compreso Streaming foto per dispositivi Apple) e una volta selezionata quella che vi interessa salvarla direttamente in una Nota ma è un doppio passaggio, perciò se non è necessario consiglio di usare la Camera di Evernote e fate prima!

4. Impostate dei Promemoria

In Evernote potete impostare dei Promemoria per la gestione delle vostre attività usando il calendario integrato nel programma.
Inoltre si possono impostare Promemoria via email seguendo una opportuna sintassi come spiegato successivamente e come riportato nella foto seguente.

Evernote: promemoria via email

Evernote: promemoria via email

Il destinatario che nel mio caso si chiama “Evernote tizianad” punta ad una casella che vi assegna Evernote quando aprite il vostro account ed ha un formato di questo tipo:

username.123456@m.evernote.com

Per impostare il promemoria dell’esempio occorre che nel Subject della vostra email vengano indicati alcuni dati fondamentali:

Titolo nota: Promemoria: Per Natale
Data: !20141211
Taccuino: @0_Inbox
Tag: #regali

Dunque il Subject della mia email di esempio era questo:

Promemoria !20141211 @0_Inbox #evernote

 

N.B.
  • Il Taccuino deve già esistere all’interno di Evernote ed è preceduto dal simbolo “@”
  • I tag possono anche non esistere già, in tal caso verranno creati
  • La data può essere espressa in diversi formati e sempre preceduta dal “!” se volete impostare una scadenza. Ecco alcuni esempi:
1) !20141211
2) !domani
3) !tomorrow
4) !friday
N.B.
i giorni della settimana sono supportati per ora solo in inglese…peccato ma si campa lo stesso :)
Ecco poi un esempio di come appariranno le note con il Promemoria impostato, quando saranno caricate nel vostro account Evernote.
Il titolo è sempre PROMEMORIA mentre nel contenuto delle note ho riportato che il rispettivo esempio.

 

Evernote: esempi di promemoria

Evernote: esempi di promemoria

Per impostare Promemoria come quelli dell’esempio ho quindi usato la sintassi:

Promemoria !20141211 @0_Inbox #evernote
Promemoria !tomorrow @0_Inbox #evernote
Promemoria !friday @0_Inbox #evernote
Promemoria !domani @0_Inbox #evernote

 

5. Collaborare con Work Chat

Ultima novità di Evernote introdotta ad Ottobre 2014 è la Work Chat che in un ambiente collaborativo, vi permette di chattare in tempo reale con altri utenti e condividere note e taccunini in chat applicando permessi di lettura e/o scrittura.

In una realtà familiare, proprio durante il periodo di Natale, immaginate di dover preparare e condividere con vostro marito la lista dei regali.
Tramite Work Chat potete chattare in tempo reale mentre lui è comodamente seduto in ufficio lasciando a voi l’ingrato compito di gironzolare per negozi con lo Smartphone in mano per scattare foto e prendere informazioni che poi potrete inviargli immediatamente via Work Chat .
Ovviamente, visto che il lavoro più ingrato è stato il vostro, mi pare il minimo chiedergli che in cambio vi faccia usare la sua carta di credito…del resto parliamo di condivisione no???

E infine Una caratteristica molto interessante di Work Chat è che si può chattare e condividere note e taccuini con chiunque anche se questi non sono utenti Evernote, basta che permettiate a Workchat di accedere ai vostri Contatti su Gmail, se avete un account di questo tipo.

Come si fa?
Ecco qualche esempio.

Nell’immagine sottostante trovate il contenuto della email che riceverete se un utente vi invita a partecipare a Work Chat .
In questo esempio, usando un mio account Gmail ho inviato a me stessa su un’altra casella (sono egocentrica o soffro di personalità multiple???) un invito su Work Chat .

Evernote: email di workchat

Evernote: email di notifica inviata da workchat

Ecco invece un esempio di chat con Work Chat tra me, utente Evernote, ed un utente che non utilizza Evernote ma con il quale posso condividere una nota o un taccuino per discuterne al volo.

Evernote: Workchat

Evernote: Work Chat all’opera…

Se poi ricevete un messaggio in Workchat mentre non siete collegati ad Evernote, non appena avvierete il programma, vi apparirà un piccolo banner con l’ultimo messaggio ricevuto dall’utente col quale stavate chattando.
Comodo no?
Così non si perde niente!

Evernote: Work Chat banner notify

Evernote: Work Chat banner di notifica messaggio

A questo punto cosa aspettate ad usare Evernote per preparare le vostre liste dei regali?

 

Approfondimenti

Per chi ancora non usasse Evernote ma leggendo questo articolo si fosse incuriosito e pensa che sia lo strumento ideale per le sue esigenze, vi consiglio di visitare il mio profilo G+ e leggere tutti gli articoli che ho pubblicati fino ad ora.