Le mamme corrono sempre…..

Ecco anche questo è uno di quei momenti in cui sto andando di corsa…le mamme vanno sempre di corsa, qualsiasi cosa fanno e durante tutta la sacrosanta giornata!

Corri per lavarti, per andare in bagno (almeno i bisogni fisiologici in intimità ogni tanto ci vogliono :) corri per vestirti, per preparare pappe per grandi e piccini, per fare le cose di casa, riempire e programmare la lavatriche che finalmente ha il timer, per andare al lavoro, per tornare, per mangiare (se ti ricordi e ne hai tempo), per lavarti i denti e corri pure prima di andare a letto perché ti sei ricordata che devi ancora stendere la lavatrice che SI’ ha il timer ma il bucato ancora non lo sa stendere da sola!!!

Insomma quando finalmente tocchi il letto col tuo corpo ci arrivi che ormai sei mucchio di ossicine malconce che comincia pure a scricchiolare e crolli catatonica spesso russando come un trattore sfondato….E’ finalmente sceso il silenzio e la pace su di te :O

No so quale sia la mattina tipo delle altre mamme, ma penso che alla fin fine siano molto simili alle mie che più meno si svolgono così:

SvegliaSveglia la mattina intorno alle 6.00 (se durante la notte non vi sono stati episodi di insonnia causa mal di denti di Pulcio) quindi mi sveglio (o quasi) e semi-zombi corro a lavarmi e vestirmi prima che il pargolo cominci a gridare come un disperato per ricordarmi che è giunta l’ora di colazione (la sua).

Non ho ancora capito perché pianga sempre in questo modo, pare che non mangi da giorni e dire che c’ha una pancia che pare una botticella di grappa invecchiata, non si può certo dire che sia sciupatello!

In ogni caso, siccome ormai conosco il mio polletto ho preso l’abitudine di preparmi i biberon già dalla sera prima perché solitamente Pulcio che cena alle 19.00 e va a dormire intorno alle 20.30, da quando ha iniziato lo svezzamento si sveglia tra le 23.00 e l’01.00 o le 02.00 di notte per sgargarozzarsi un biberon integrativo di latte  (300 ml circa con 3 biscotti) .

Biberon

Tutte le sere quindi, prima di coricarmi, preparo sia la dose notturna che quella per la mattina successiva così da ottimizzare al massimo lo spreco dei minuti a disposizione e ridurre le sue grida furibonde.

Passata la notte (in un modo o nell’altro) e scolatasi la colazione mattutina, aspetto il momento in cui Pulcio comincia a fare i suoi versetti che tradotti vorrebbero dire “sto facendo la cacca mamma”. Poi quando comincio a sentire “quel certo odorino”, certa che abbia concluso, passo al lavaggio, alla vestizione, lo riempio di medicine, lo incappoto, lo incappello, lo insciarpo e lo trasferisco nel seggiolino della mia auto pronta a partire come un bolide roboante!

Depositato al nido il Pulcio si corre per andare in ufficio dopo aver lanciato vari e numerosi improperi contro il mondo intero per il traffico lungo il tragitto. Anche in questo caso per ottimizzare il tempo faccio colazione in macchina, che ormai è una vera schifezza perché anche se butto le cartacce e tutto il resto vi sono molliche e briciole dappertutto….a breve mi faranno forse compagnia le formiche???

Arrivati al lavoro e superato lo stress da traffico si affronta lo stress da parcheggio perché siamo in un posto maledettamente sfigato dove si fanno di continuo lavori stradali e gli unici e pochi posti liberi diventano così ancor meno spingendo i frequentatori a creare parcheggi alternativi….

Trovato parcheggio si corre a timbrare il cartellino al badge che puntualmente non registra le timbrature….sarà forse un messaggio subliminale che vuol darmi l’azienda per cui lavoro?? Mah eppure loro sostengono sia tutto regolare ma in effetti la povera sfigata che si trova sempre le mancate timbrature è sempre la sottoscritta MammaNinja che arrivata a questo punto comincia ad esalare fumo dalle orecchie e a tirare fuori i denti da lupo-mannaro!

Iniziata la mattina lavorativa si corre, a volte se riesco e se mi ricordo vado anche in bagno e faccio due chiacchiere, prendo un caffè d’orzo, sgranocchio qualcosina, bevo (poco) e poi arrivata l’ora di uscita corro a salutare (non sempre sorry) e sempre di corsa mi dirigo verso la macchina che nel frattempo non riesco più a trovare perché arrivando la mattina di fretta ho chiaramento perso l’orientamento e dimenticato il posto in cui ho parcheggiato…. partono quindi alcuni improperi talvolta inventati e fantasiosi:

Ma CristoFORO COLOMBO!!!!!

Ma PorcapuPAZZA!!!!

Ma VaffanBOMBA!!!

etc. etc.

Ritrovata finalmente la macchina, la fede e la pazienza, ma soprattutto la ragione, si corre a casa sperando di non trovare intasamenti lungo la strada, guidando un pò come farebbero in un rally.

Rally

from http://www.bilnyheten.se/rally/

Penso che prima o poi riuscirò ad impennare la macchina su due ruote o che in alternativa mi verrà un infarto e morirò esanime e totalmente abbandonata sul Grande Raccordo Anulare in corrispondenza di una delle sue 30 (o 31??) uscite sotto lo sguado annoiato, depresso e rassegnato dei disinteressati passanti che intaseranno la strada solo per rallentare a curiosare ìsenza ovviamente prestarmi alcun aiuto!

Ore 14.56 Scusate ma faccio un break perché nel frattempo devo uscire per fare la spesa in 15 minuti e poi andare a prendere il Pulcio al nido….riprenderò appena possibile….

Ore 22.32 Finalmente riesco a proseguire il mio post dopo una “brevissima” pausa infatti sono uscita alle 15.00 da casa ed alle 15.22 ero già fuori dal supermarket giusto in tempo per recuperare il Pulcio dal nido.

Da quel momento la giornata è densa di impegni, come giocare con Pulcio in più sessioni e attività compresa quella di aggredire Winnie The Pooh, il Barbapapà ed una pecorella di peluche, nascondino per casa, inseguimento tra le stanze, fuga nel tubo di tela (ultimo acquisto da IKEA).

Canto e ballo al suono della Tv o della radio oppure giro sul trenino giocattolo sulle note della sigla di Topolino.

Preparazione pappa Pulcio, riordino della sua stanza che ho lasciato devastata dalla corsa mattutina, dar da mangiare ai pesci, fare il brodo di verdure, togliersi le scarpe che cominciano a farmi male, soffiare il mocciolo perenne del mio pargolo, e tanto altro ancora….

Finalmente arriva l’ora della pappa di Pulcio sempre accompagnata dai suoi lacrimoni fasulli e da scene drammatiche e disperate magistralmente interpretate da questo frugoletto ormai bipede….a ripensarci ho deciso che a Carnevale lo vestirò da Piccola Fiammiferaia sono certa che riuscirà non solo a vendere tutti i suoi inutili fiammiferi ma pure a farsi invitare a pranzo da qualche genitore impietosito!

Verso le 20.30, ormai satollo, Pulcio si spegne lasciandomi libera innanzitutto di decidere cosa mangiare, di andare in bagno, di riordinare la baraonda dei suoi giocattoli sparsi in salone, di preparargli le cose per la mattina dopo, il latte e così via….

Stasera finalmente dopo tante sere rimetto mano sul mio blog perché il Papino è fuori ad una cena di lavoro ed io ne approfitto per scrivere dopo aver visto un pò di tv che di solito non seguo ma che stavolta mi ha catturato con la trasmissione di Lucarelli intitolata Lucarelli Racconta

Che altro dire?

Beh a questo punto posso solo dire HO SONNO!!!!!

Buonanotte a voi care mamme ;)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Comments links could be nofollow free.