Ninja in Cucina: La torta di padre Pio

Quest’anno sono all’insegna delle novità perciò ho deciso che il blog di MammaNinja tratterà vari argomenti, tanti quanti sono i miei interessi personali e professionali e considerato che ne ho molti eccomi a parlare anche di cucina, nei limiti delle mie possibilità e capacità :)

Questa ricetta per esempio me l’ha data mia suocera che a sua volta l’ha ricevuta da una sua amica. L’ho provata e penso di potermi ritenere soddisfatta del risultato visto che questo era il secondo dolce che ho preparato in vita mia!

Ve la riscrivo tale e quale a come mi è stata data:

 

Torta di padre Pio

Si chiama così perché si fa per devozione o soltanto  per chiedere una grazia  o anche per  una scambio di energie tra persone che si vogliono bene.

E’ una torta che si fa un po’ alla volta, nell’arco di 10 giorni, inserendo un ingrediente al giorno o soltanto lasciandola lievitare da sola.

L’ultimo giorno prima di infornarla esprimere 3 desideri.

Durante la cottura rivolgete a padre Pio un pensiero:

“ O Signore benedicimi , guidami e dammi misericodia e pace”

La torta e’ buonissima : provatela!

Una volta donato l’impasto (che è nel bicchiere) raccomandate alla persona che lo riceve, di versarlo in un recipiente ed iniziare la preparazione da  quello.

 

Istruzioni

NON USARE LA FRUSTA ELETTRICA.

SI COMINCIA SEMPRE DI DOMENICA.

NON TENERE L’IMPASTO IN FRIGO.

 

1° giorno- DOMENICA: Versare il composto che vi è stato donato in una terrina. Aggiungere 1 bicchiere di zucchero  e 1 di farina. Non mescolare . Coprire con carta stagnola.

2° giorno-LUNEDI’ : Mescolare e coprire.

3° giorno- MARTEDI’ : Non mescolare.

4° giorno- MERCOLEDI’ :Non mescolare.

5° giorno- GIOVEDI’ :Aggiungere 1 bicchiere di zucchero, 1 di farina, 1 di latte…Non mescolare e ricoprire il tutto.

6° giorno- VENERDI’ :Mescolare e coprire.

7° giorno- SABATO; 8° giorno DOMENICA;  9° giorno LUNEDI’: Non toccare!

10° e ultimo giorno- MARTEDI’ :

Togliere 3 bicchieri di impasto per 3 persone, di cui si vuole la fortuna ( per fortuna si intende soprattutto la guarigione fisica e spirituale). Poi aggiungete al poco impasto rimasto 3 uova, 1 bicchiere di olio di semi, 1 di zucchero, 2 bustine di vanillina, 2 bicchieri di farina, 1 bustina di lievito per dolci, un pizzico di sale, 100 grammi di noci sbriciolate e una mela a pezzetti.  Cuocere  l’impasto in forno per 45 minuti alla temperatura di 180 gradi.

 


 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Comments links could be nofollow free.