Pulcio, il Carnevale, Barbapapà, Winnie e la maschera di Zorro

La prossima settimana al nido di Pulcio c’è una festicciola di Carnevale perciò mi stavo arrovellando già da tempo per decidere quale maschera gli avrei fatto indossare quest’anno senza trovare niente che mi convincesse.

L’anno scorso l’ho fatto mascherare da Tigro ma non è stato un gran successo perché ha dovuto indossare un copricapo con la testa del pupazzo e non gli è proprio andata giù infatti ha resistito un pò e poi si è tirato via la testa di Tigro con estrema violenza scaraventandola dall’altro lato del salone!

Quest’anno certa che non avrebbe apprezzato copricapi ingombranti stavo ragionando su quale maschera facesse al caso suo, poi ho avuto un’illuminazione e sono andata alla ricerca del materiale necessario che fortunatamente non è introvabile….

ZORRO!

Sì, Pulcio quest’anno si maschererà da Zorro e per far sì che al momento giusto non rifiuti il travestimento che ho studiato per lui gli ho comprato con un certo anticipo tutti i pezzi necessari e glieli ho mischiati tra i giocattoli, così stasera prima di fare la pappa se ne correva in lungo e in largo per il corridoio di casa nostra con tanto di cappello e mascherina brandendo il spadino.

 

Come al solito sono riuscita a fregarlo con un po’ di lusinghe, l’ho vestito e l’ho messo davanti allo specchio per poi dirgli che era BELLISSIMO! (faccio sempre così quando devo convincerlo ad indossare qualcosa di cui non è molto convinto).

 

Sulle prime è stato un po’ scettico poi però ha fatto un bel sorriso tutto denti ed ha assunto un’espressione trionfante….OBIETTIVO RAGGIUNTO GRANDE MAMMANINJA!

 

Barbapapà e Winnie come Zorro e il sergente Garcia

 

Quando stamattina Pulcio si è svegliato e l’ho portato in salone per fargli vedere cosa avevo scoperto è rimasto un po’ interdetto e si è avvicinato lento lento a quei due ceffi con un mezzo sorrisetto e l’aria un po’ da bullo….
Poi gli si è messo davanti e prima si è fatto due chiacchiere con Barbapapà esprimendo il suo dissenso con una frase del tipo:”…no, ch papà, no, no. Mmm (indicando col ditino se stesso) no, no”.
Schiarite le idee si è ripreso maschera e cappello e si è avvicinato a Winnie, ma senza proferir parola lo ha guardato sempre con quel suo mezzo sorriso e gli ha infilato un paio di volte il ditino in pancia spingendo con forza come volesse dirgli:”te pure hai capito vero??? inutile che te lo ripeto!”

 

Credo che dopo questi fatti Barbapapà e Winnie se ne staranno da parte per un po’ onde evitare che Pulcio dalle parole passi ai fatti…..

 

Piccoli bulli crescono :)

 

Buon Carnevale Pulcio

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Comments links could be nofollow free.