Un tranquillo lunedì da dimenticare….

Ecco ieri è stata una di quelle giornate da dimenticare…..avete presente quando decidete di restare a casa perché il vostro pargoletto è stato male nel week-end e voi vi sentite un pò sfatte e altrettanto malmesse che l’unica soluzione è fargli compagnia???

Ebbene io ho fatto proprio così.

Pulcio Venerdì ha avuto una mezza giornata di febbre a 38° perché gli stanno uscendo due dentini (ne avrà quindi 6 a soli 9 mesi…..alcuni mi dicono che è a buon punto sarà proprio così??? mah) perciò oggi ho ben pensato di farlo stare a casa visto che era tutto moccioloso con la tosse e stremato da questo ennesimo e fastidioso evento evolutivo.
La mattinata è passata piuttosto tranquilla sebbene poveretto non sia riuscito a farsi il sonnellino mattutino ma ahimè in queste occasioni di malessere è già successo, perciò niente di nuovo.

Finalmente alle 12.00 gli faccio fare la pappa e intorno alle 13.00 sta per addormentarsi quando dopo aver bevuto la sua solita tisana comincia a tossicchiare, “maledetto muco” grido furiosamente tra me e me,  speriamo la finisca così si addormenta poveretto….e invece non finisce, ANZI la fastidiosa tosse aumenta ed alla fine il tutto sfocia in una svomitazzata in stile L’Esorcista !!!

Sinceramente non me lo aspettavo perciò venga investita insieme a lui da questo piccolo fiume di vomito col risultato che siamo completamente bagnati e spaventosamente puzzolenti.
Lui poveretto per un attimo piagnucola ma siccome gli è già capitato e ormai non mi faccio più spaventare lo consolo rapidamente….
Il mio tentativo però sembra non funzionare infatti Pulcio ancora piagnucolante allarga le braccia e vuole abbracciarmi senza rendersi conto che io sono ancora più puzzolente e sporca di lui perciò, sebbene con dispiacere, cerco di evitare il suo estremo gesto d’affetto….povero angioletto :)

In questi casi del resto, la rapidità d’azione rappresenta l’unica salvezza e così al volo lo afferro e lo poggio sul fasciatoio, lo svesto (anche la sua pelle morbida è stata investita dal fetido effluvio perciò lo lavo rapidamente) ed in pochi minuti lo rivesto da cima a fondo depositandolo nella culla.
Per intrattenerlo sfrutto il fattore sorpresa!
Attacco sulla sua culla il trespolo a cui sono appese le apine della famigerata Casina delle Api e tiro la cordicella per far partire il carillon.

Evvai con la musica!!!

Scappo nella stanza da letto e mi spoglio in 3 secondi….Superman è un dilettante in confronto!
Mi lavo così velocemente che le gocce d’acqua evaporano al solo contatto con la mia pelle rovente per la rabbia e mi rivesto….mi guardo allo specchio…….ho una pessima cera il mio fascino ne ha risentito fortemente, per oggi pazienza andrà meglio domani :(

Pulcio nel frattempo accenna una lagnetta ma gli rispondo mentre rinfilo le scarpe e poi mi presento da lui sorridente!

Abbiamo evitato la catastrofe ma non è ancora finita!

Devo pulire il pavimento perciò mentre Pulcio resta in ostaggio della sua culla sotto la stretta sorveglianza delle Api io acchiappo secchio, straccio e detersivo e meglio di quella sventurata di Cenerentola lavo il pavimento inginocchiata sbracciando con vigore applicando il metodo “Metti la cera, togli la cera“….Mi torna in mente Karate Kid

« Prima lava tutte le macchine. Poi le lucidi, con la cera. Devi dare la cera con la mano destra e la devi togliere con la sinistra. Dai la cera, togli la cera. Il respiro lo prendi con il naso e lo emetti dalla bocca. Dai la cera, togli la cera. Non dimenticare il respiro é molto importante.  »

Fatto anche questo caro Miyagi andiamo avanti!!!!

Quindi salto sulla chiazza di bagnato e recupero il Pulcio con l’occhio languido che timidamente sorride quando capisce che sto per salvarlo dal terzo giro di carillon….
Lo tengo in braccio mentre salto ed insieme oltrepassiamo il pavimento bagnato dopo aver aperto la finestra della sua stanzetta.
Apro la porta del bagno attiguo e poi la finestra così che la corrente mi aiuti ad asciugare velocemente il tutto….WIND WIND WIND!!!

Quasi salvi!
Finalmente sbarchiamo nel salone e lì troviamo una ventina di minuti di pausa…..menomale altrimenti rischiavo l’infarto :D

Ma non finisce qui…..
Quando il pavimento della sua stanza si asciuga ricominciamo la procedura “ninna nanna” così lo riprendo in braccio, gli faccio bere un sorsetto di tisana e finalmente crolla pacifico nel suo lettino.

Evviva missione riuscita!!!

Ora posso dedicarmi ad un’altra divertentissima attività…..SVUOTARE LA LAVATRICE E STENDERE IL BUCATO :(

Forse voi non ci crederete ma anche la lavatrice mi ha giocato un brutto scherzo…..ho provato ad aprire l’oblò che però non si apriva, ho aspettato pazientemente e quando sono riuscita ad aprilo è uscito almeno mezzo litro di acqua sul pavimento!!!!

Avrei voluto gridare: “MERDAAAAAAA!!!!” Ma non potevo perché il piccino dormiva ovviamente, perciò ancor più arrabbiata per non poter esternare vivacemente e violentemente il mio forte risentimento per questo disgraziatissimo semi-allagamento ho iniziato mentalmente a sparare una serie di parolacce in una lingua che non conosco……
Ripensandoci sembrava parlassi in Cinese con sottotitoli Finlandesi :D

Ma porca l’oca aggiungo ora, che razza di lavatrice ho fatto? Eppure si era fermata da un bel pò percui il lavaggio doveva essere terminato, forse ho personalizzato troppo il programma ed ho dimenticato di scaricare l’acqua???
Bah!
In ogni caso non mi sono persa d’animo, tanto stavo ancora bestemmiando che mi importa???
Ho fatto ripartire la lavatrice con un programma veloce (14 minuti il più breve!!!!) ed ho aspettato pazientemente che strizzasse i panni.

Nel frattempo ho ripreso lo straccio e mi sono inginocchiata per la seconda volta (mi verrà mica il ginocchio della lavandaia??? ) ed ho asciugato tutto per bene.

Cenerentola!!!!
Ora capisco perché hai sposato quel gaglioffo del Principe Azzurro, era tutto calcolato di la verità!!!
Avrà avuto la faccia da fesso come il Ken di Barbie, ma solo così avresti potuto evitare di fare la casalinga a vita ereditando stuoli di servitori che avrebbero pulito i pavimenti al tuo posto.
BRAVA tu si che sei una donna in carriera!

Insomma morale della favola sono riuscita a pranzare alle ore 15.00……quasi quasi mi era passata anche la fame :O

E fortuna che avevo deciso di rientrare in ufficio oggi perché non oso pensare a cosa sarebbe potuto capitare…….mammamia :D

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Comments links could be nofollow free.